Lungo il corpo una performance di e con Vincenzo Fiore Marrese

Intento

La storia dell’arte ci racconta che, per molto tempo, il disegno non è stato visto come una forma di arte autonoma. Da quando il disegno è diventato forma di arte autonoma, opera disegnata, il disegnatore, nel pensiero comune, viene identificato con la figura di un tecnico virtuoso, colui che sa riprodurre la realtà in un’immagine. Tuttavia da oltre un secolo l’arte si è distaccata da questa idea, per rivolgere la sua attenzione verso il segno, prima, e verso sé stessa, poi. Che cos’è, dunque, il disegno? immagine, segno? e, al di là delle traccia, che cos’è in sé stesso? E, sopratutto, abbiamo perso qualcosa, riducendo le immagini a segni e l’intero processo del disegnare ad un atto di riflessione sul disegno stesso? e questa perdita, se c’è stata, è una purificazione o un impoverimento?

cookie policy | © Vincenzo Fiore Marrese, C.F. MRRVCN77C19D612B